Come sconfiggere lo stress

Lo confesso: di recente ho lasciato che lo stress mi sconfiggesse.

Lo so, alcuni di voi pensano che io sia perfetto e non cada mai vittima dello stress, soprattutto in virtù del fatto che ho scritto articoli sul rallentare e semplificare la vita.

Ma lo stress colpisce anche me, e a volte mi affatico più del dovuto. Non succede più molto spesso, ma succede. E questa settimana è stata uno di quei momenti.

Lo stress mi ha sconfitto… Ma state con me fino alla fine. Alla fine (attenzione: spoiler!), sono stato io a battere lui.

Come lo stress mi ha battuto

Come saprete, ho creato il Sea Change Program per aiutare le persone a cambiare le proprie vite e The Mindful Diet course come parte del programma perché molti membri volevano un aiuto anche con il mangiare sano.

Sfortunatamente c’è stato un problema con la registrazione, che ha causato problemi a 400 persone, cosa che mi ha costretto a perdere 2 giorni a sistemare i problemi a mano (assieme al fidato Dean). È stato un lavoro noioso e stancante, dalla mattina presto alla sera tarda.

Ho imparato a farlo come forma di meditazione: ho cercato di farlo con quanta più consapevolezza possibile, così come quando lavo i piatti, passo la scopa o vado a passeggiare.

Nonostante tutto, però, il numero enorme di persone che avevano bisogno di una mano tutte assieme mi ha stressato per due giorni. Alla fine, ero esausto.

Come ho misurato l’effetto dello Stress

Normalmente riusciamo a sentire gli effetti dello stress, ma è dura capire quanto impatto abbiano sulle nostre teste e sui nostri corpi.

Martedì ho trovato una misura obiettiva del livello di stress: l’allenamento in palestra. Da 7 settimane sto seguendo un programma regolare di sollevamento pesi, facendo le stesse quattro serie e annotandomi i progressi, così da sapere con precisione quanto peso devo sollevare in ogni sessione.

Ma martedì ho provato ad alzare gli stessi pesi del martedì precedente, non un grammo di più, con le stesse serie e con lo stesso riposo. Ero così stanco che ho fatto fatica ad arrivare a metà dell’allenamento. Il mio corpo e la mia mente non erano in grado di fare quello che hanno fatto la settimana precedente.

Le ragioni possono essere molteplici: non avevo abbastanza benzina (ma mangio sempre le stesse cose), altre attività (ma escludo anche quelle, ho un programma regolare), poco sonno (ho dormito meno nelle ultime settimane, ma la cosa non si è fatta sentire nelle settimane precedenti), crollo dovuto al troppo esercizio durante le ultime settimane (potrebbe essere una causa ma, guardando le note che mi sono fatto, probabilmente non lo è), malattia (ma non sto male, anzi, esattamente il contrario).

Dopo aver valutato i vari fattori, salta fuori che lo stress è quello più ovvio. Alcuni degli altri fattori possono aver giocato una piccola parte, ma lo stress è il problema maggiore. E ha avuto un grande impatto, a giudicare dai test oggettivi.

Come ho sconfitto lo stress

Ecco quello che ho fatto:

  • Dopo due giorni stressanti, l’allenamento è stato il mio primo passo per riprendermi. Potrebbe sembrare controintuitivo – perché allenarsi quando si è esausti? Cosa che, a volte, può essere pericolosa. Aggiungere lo sforzo fisico alla stanchezza fisica e mentale ci può mettere a rischio di crolli e incidenti. Ma quello che ho notato è che un po’ di esercizio fa meraviglie quando sono stressato. Ho quindi iniziato a correre e ho sollevato un po’ di pesi. Mi sono subito sentito meglio.
  • Poi ho meditato per circa 10 minuti. Riportarmi alla realtà è un ottimo modo per battere lo stress.
  • Ho spento il computer, sono uscito, ho fatto quattro passi, ho incontrato un amico e ho passato qualche ora disconnesso.
  • Quando sono tornato mi sono rimesso al computer, ma solo per dei brevi momenti.
  • Ho anche fatto una pennichella (raccomandatissima!).
  • Mi sono massaggiato le spalle (ok, mi ha aiutato anche mia moglie Eva).
  • Ho letto un po’.
  • Ho passato un po’ di tempo leggendo con i miei figli.
  • Mi sono anche fatto un te verde, che ho bevuto lentamente, gustandone ogni sorso.

Questa lista anti-stress funziona a meraviglia. Non dovete fare tutto, scegliete tre o quattro punti e dosate con generosità!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: