Come creare il muscolo del cambiamento

Quando provi a cambiare qualcosa nella tua vita, creare una nuova abitudine, darti un proposito, di solito sei costante o ti arrendi dopo un paio di settimane? Certe persone sono più brave di altre perché hanno imparato alcune semplici strategie per cambiare, ma anche perché hanno costruito il loro muscolo del cambiamento.

Cos’è il muscolo del cambiamento? È il “muscolo” che usiamo per creare i cambiamenti nella nostra vita e, tanto quanto i muscoli fisici, se non lo si tiene allenato si indebolisce.

Io ho iniziato ad allenare il mio muscolo del cambiamento nel 2005, quando era debole e non riuscivo a fare in modo che i cambiamenti fossero duraturi. Mi sentivo impotente e non sapevo cosa fare, come se non potessi cambiare.

Ma, negli anni, ho imparato e mi sono reso conto che il muscolo del cambiamento è identico agli altri muscoli: all’inizio può essere debole, ma diventa più forte con un allenamento regolare.

Immagina di provare a sollevare un bilanciere con 150 chili di pesi. Sollevarlo anche solo di 10 centimetri da terra sarebbe un’impresa quasi impossibile per chi non è allenato. Puoi sforzarti quanto vuoi, ma non ce la faresti. Se però avessi iniziato solo con il bilanciere, senza pesi, ce l’avresti fatta. Poi avresti potuto aggiungere 3 o 5 chili per lato, per rinforzare i muscoli. Continuando ad aggiungere pesi un po’ alla volta, con calma, puoi arrivare a sollevare i 150 chili, impresa che una volta sarebbe sembrata impossibile.

Il muscolo del cambiamento funziona allo stesso modo. Imparando a sviluppare la muscolatura fisica, mi sono reso conto di quanti paralleli ci sono con la crescita del muscolo del cambiamento.

I principi della crescita

I principi per far crescere il muscolo del cambiamento sono simili a quelli per la normale crescita muscolare:

  1. Inizia con poco. Se provi a sollevare un grande peso il primo giorno, ti farai male e smetterai di allenarti. Ma se inizi solo con il bilanciere (o un altro carico leggero), imparerai la tecnica ed è molto più probabile che continuerai con l’allenamento. Ed è la stessa cosa per il muscolo del cambiamento: inizia con un piccolo cambiamento, solo 5 minuti al giorno. Forse avrai la tentazione di fare di più, ma se lo farai è molto più probabile non resistere nel lungo periodo.
  2. Allenarti regolarmente. Alcune persone vanno in palestra per una settimana, poi si fermano e ripartono dopo qualche mese. Questa è una perdita di tempo, e non ci saranno progressi. È qualcosa da fare regolarmente se si vogliono vedere i progressi. Lo stesso vale per il muscolo del cambiamento: fallo ogni giorno, 5 minuti al giorno. Diventerai sempre più forte con un allenamento regolare. Non iniziare in grande per poi fermarti dopo 1-2 settimane e ricominciare più avanti. La ripetizione regolare è fondamentale.
  3. Aumenta gradualmente il carico. Se non aumenti i pesi non diventi più forte, ma se li aumenti troppo ti fai male. Per il muscolo del cambiamento, aumenta l’allenamento giornaliero di 5 minuti alla settimana: 5 minuti al giorno la prima settimana, poi 10 minuti al giorno la seconda settimana e via dicendo. Ti sorprenderai di quanto si rafforza il muscolo del cambiamento con carichi progressivi e graduali.
  4. Riposati e riduci le altre attività. La maggior parte delle persone non comprende l’importanza del riposo quando ci si allena. Allenamento, riposo, crescita. Senza riposo non ci sono progressi. Per il muscolo del cambiamento è lo stesso: è necessario allenarsi (all’inizio solo 5 minuti al giorno) e poi riposare. Significa che all’inizio non devi cercare di lavorare ai cambiamenti per tutto il giorno. Non provare a lavorare sul primo cambiamento quando stai viaggiando, realizzando grandi progetti, prendendo lezioni e lavorando ad altri tre cambiamenti allo stesso tempo. Ti sovraccaricherai. Lavora su un cambiamento e continua con la tua normale routine giornaliera.
  5. Alimenta la crescita. Oltre al riposo, il carburante è uno degli aspetti più trascurati della crescita muscolare. Hai bisogno delle calorie sufficienti o tutto l’allenamento nel mondo non ti porterà da nessuna parte. Di conseguenza, cosa alimenta la crescita del muscolo del cambiamento? La motivazione. Trova quanti più modi possibili per motivare te stesso: rendi il cambiamento piacevole, trova un partner, unisciti a un gruppo di persone, a un blog pubblico o a un forum, pensa a delle ricompense, festeggia le piccole vittorie, fai un grafico per vedere i tuoi progressi e via dicendo. Più di queste cose riesci a fare, meglio è. La maggior parte delle persone non dà il giusto combustibile al muscolo del cambiamento.

Primi passi

Quindi, come puoi iniziare ad allenare il muscolo del cambiamento se è debole e non allenato? Proprio come inizieresti con l’allenamento in palestra: esercizi senza attrezzi, e senza esagerare.

Ecco il mio consiglio:

  1. Scegli un cambiamento facile e positivo che puoi fare per 5 minuti. Vuoi sistemare il giardino? Fai 5 minuti di giardinaggio al giorno. Vuoi mettere in ordine? Fare jogging o nuotare? Meditare? Solo 5 minuti al giorno.
  2. Concentrati su come goderti la nuova abitudine. Se ti piace, vorrai continuare a farla più a lungo. Se la stai facendo per “migliorare”, perché “ti fa bene” o “perché devi”, non la manterrai a lungo.
  3. L’attenzione è sul farlo regolarmente, non sulla crescita rapida. Fallo tutti i giorni, ogni giorno alla stessa ora.
  4. Evita altri cambiamenti, così da poter mettere tutta l’energia su questo.
  5. Alimenta il tuo cambiamento con quanta più motivazione possibile. Di più è meglio, in questo caso.
  6. Aumenta gradualmente aggiungendo 5 minuti a settimana.

Ti sorprenderai dei progressi nel corso del tempo, mano a mano che il muscolo del cambiamento si rafforza.

Tendiamo ad attribuire i nostri fallimenti alla mancanza di disciplina, ma la verità è che non siamo indisciplinati, ci manca solo l’allenamento. Fai crescere il muscolo del cambiamento seguendo dei buoni principi e presto diventerai un inarrestabile maestro del cambiamento.

Commenta