Alzate il fondoschiena!

Anche i più motivati di noi possono essere demotivati, a volte. Ci può capitare di passare dei momentacci durante i quali ogni cambiamento in positivo può sembrare troppo difficile.

Ma c’è speranza: tramite piccoli passi potete iniziare a percorrere la strada del cambiamento.

Sì, lo so, a volte sembra impossibile. Non avete voglia di fare niente. Ci sono passato anch’io, e anch’io ho provato le stesse cose. Ma non siete da soli. Ho imparato alcuni modi per uscire dai momenti peggiori, e oggi li vedremo.

Questo post è nato dalla domanda di Roy, un lettore che ha chiesto: “mi chiedevo se sai spiegare perché per qualcuno è così difficile cambiare direzione e prendere il controllo della propria vita.”

Roy è una delle tante persone che sta vivendo un brutto periodo. Ripeto, capita anche a me, e a volte fatico a darmi una motivazione per fare esercizio – e uso questo come esempio per come uscire da una situazione del genere.

Quando perdo l’abitudine di fare esercizio, che sia per malattia, infortunio o perché succede qualcos’altro che non me ne dà il tempo, poi è dura rimettermi ad allenarmi. Addirittura non ci penso, a volte. Ma ho sempre trovato un modo per uscirci, e di seguito c’è l’elenco di un po’ di cose che ho imparato e che mi hanno aiutato:

  • Un solo obiettivo. Ho notato che ogni volta che passo per un momento difficile, la causa è qualcosa che succede nella mia vita: sto cercando di fare troppe cose, e questo assorbe tutte le mie energie e la mia motivazione. Questo è l’errore più comune che le persone fanno: cercano di affrontare troppe cose tutte assieme. Non è possibile mantenere energie e concentrazione (le due cose più importanti quando dovete portare a termine qualcosa) se cercate di portare a termine due obiettivi assieme. Non è possibile, ci ho provato molte volte. Sceglietene uno, per il momento, e concentratevi solo su quello. Lo so, è dura, ma parlo per esperienza: potete dedicarvi al secondo dopo aver completato il primo.
  • Trovate l’ispirazione. L’ispirazione, per me, arriva dalle altre persone che sono riuscite a fare quello che anch’io vorrei fare o che lo stanno facendo. Per questo leggo blog, libri, riviste; cerco informazioni su Google e leggo le storie di chi ce l’ha fatta. Zen Habits è solo un luogo per l’ispirazione, non solo per me ma per molti lettori che sono riusciti a raggiungere traguardi importanti.
  • Emozionatevi. Potrebbe sembrare ovvio, ma la maggior parte delle persone non gli dà molto peso: se volete uscire da un brutto momento, fate sì che l’obiettivo che vi ponete possa emozionarvi, appassionarvi. Ma come farlo quando siete demotivati? Tutto può iniziare dall’ispirazione che potete ricevere dagli altri, ma poi siete voi che dovete lasciarvi coinvolgere e da lì iniziare a lavorare. Personalmente, ho imparato che parlandone con mia moglie o con gli amici, oltre a leggere qualsiasi cosa io riesca a trovare, riesco a emozionarmi per un obiettivo. Fatto questo, è solo questione di dedicargli energia e continuare a lavorarci.
  • Create attesa. Questa è dura, e molti la salteranno. Ma funziona. Mi ha aiutato a smettere di fumare dopo non esserci riuscito per parecchie volte. Se trovate l’ispirazione e volete raggiungere un obiettivo, non iniziate subito. Molti vorrebbero partire in quarta. È un errore. Decidete una data nel futuro – una due settimane, o magari un mese – e fatela diventare la vostra Data d’Inizio. Segnatela sul calendario. Rendetela la data più importante della vostra vita. Nel frattempo, iniziate a creare un programma. E fate alcune delle cose scritte sotto. Ritardando l’inizio create attesa, aumentando la concentrazione e l’energia per raggiungere il vostro obiettivo.
  • Esponete il vostro obiettivo. Stampatelo a caratteri cubitali. Scrivetelo con meno parole possibile, come un mantra (“Fare esercizio per 15 minuti al giorno”) e attaccatelo al muro o al frigorifero. Attaccatelo a casa o al lavoro. Sul monitor. Quello che vi serve è un promemoria sul vostro obiettivo, che vi permetta di rimanere concentrati. Anche una foto (ad esempio un modello o una modella con gli addominali scolpiti) può aiutare.
  • Impegnatevi pubblicamente. A nessuno piace fare brutta figura davanti agli altri. Siamo disposti a fare qualcosa di più per mantenere quello che abbiamo detto in pubblico. Ad esempio, quando volevo correre la mia prima maratona ho scritto un trafiletto sul quotidiano locale. Tutta l’isola di Guam (160.000 persone) sapeva quello che volevo fare. Non potevo tirarmi indietro e, nonostante la motivazione continuasse ad andare e venire, mi sono impegnato e l’ho fatto. Ora, non serve che facciate la stessa cosa con il giornale locale, ma lo potete fare con la famiglia, gli amici e i colleghi; e sul blog, se ne avete uno. E prendetevi la responsabilità di non impegnarvi una volta sola, ma di aggiornare tutti sui vostri progressi una volta a settimana.
  • Pensateci ogni giorno. Se ogni giorno pensate al vostro obiettivo, è più facile che si verifichi. In questo senso, attaccarlo al muro o al monitor, come detto sopra, può aiutare parecchio. Così come inviarsi ogni giorno dei promemoria. E se ogni giorno riuscite a fare qualche piccola cosa che vi aiuti a far un passo avanti con l’obbiettivo che vi siete posti, di sicuro si realizzerà.
  • Fatevi supportare. È difficile fare qualcosa da soli. Quando ho deciso che avrei corso una maratona ho ricevuto l’aiuto degli amici e della mia famiglia e, in Guam, avevo una comunità di appassionati che mi incoraggiava e correva con me. Quando ho deciso di smettere di fumare, ho iniziato a seguire un forum online e la cosa mi ha aiutato terribilmente. E, ovviamente, mia moglie Eva mi ha aiutato in ogni cosa che ho fatto. Non sarei mai riuscito a fare niente senza di lei o senza tutti gli altri che mi hanno supportato. Quindi createvi una rete di supporter, nel mondo reale, online o entrambi.
  • Rendetevi conto che esistono alti e bassi. La motivazione non è qualcosa di onnipresente. Viene e va in continuazione, come la marea. Ma rendetevi conto che, quando se ne va, non lo fa per sempre. Tornerà. Tenete duro e aspettate che torni. Nel frattempo, informatevi sul vostro obiettivo e cercate supporto, come detto in precedenza, finché la motivazione sarà tornata.
  • Attenetevi all’obiettivo. Qualsiasi cosa facciate, non arrendetevi. Anche se oggi o questa settimana non vi sentite motivati, non arrendetevi. La motivazione tornerà. Pensate al vostro obiettivo come a un lungo viaggio, e il vostro brutto periodo è solo una piccola deviazione. Non potete arrendervi ogni volta. Ragionate sul lungo periodo: superate i momenti no e sfruttate al massimo gli altri.
  • Iniziate dalle piccole cose. Se fate fatica a iniziare, forse è perché pensate troppo in grande. Se volete fare esercizio fisico, ad esempio, potreste pensare di dover fare delle intese sessioni di allenamenti per 5 giorni a settimana. Invece no, iniziate con dei piccoli passi. Fate due minuti di esercizi. Lo so, sembra una cosa da rammolliti. Ma funziona. Impegnatevi a fare 2 minuti di esercizi per una settimana, anche se ne vorreste fare di più. È talmente semplice che non potete fallire. Fatelo ogni giorno alla stessa ora. Giusto qualche addominale, un paio di flessioni e un po’ di corsa sul posto. Una volta che l’avete fatto per una settimana, aumentate a 5 minuti e fatelo per un’altra settimana. Nel giro di un mese sarete arrivati a 15-20 minuti. Volete svegliarvi presto? Non pensate nemmeno di svegliarvi alle 5 e, invece, svegliatevi 10 minuti prima del solito per una settimana. Poi, ancora 10 minuti prima per un’altra settimana. Passettini.
  • Costruite il vostro obiettivo sui piccoli successi. Se iniziate passo dopo passo, avrete successo. Non potete fallire se iniziate con qualcosa di terribilmente facile. Chi non riesce ad allenarsi per 2 minuti? (se è il vostro caso, vi chiedo scusa) Sentirete di aver avuto successo. Ora prendete questa emozione e usatela come base per un altro piccolo passo. Aggiungete 2 o 3 minuti alla vostra routine di allenamenti, ad esempio. Ad ogni passo (che dovrebbe durare circa una settimana) vi sentirete sempre più vincenti. Fate in modo che ogni passo sia sempre piccolo e non fallirete. Dopo un paio di mesi i vostri piccoli passi vi avranno portato a fare moltissimi progressi.
  • Informatevi giornalmente sul vostro obiettivo. Ogni volta che perdo motivazione, di solito leggo libri o blog legati al mio obiettivo. Mi ispira e mi rinvigorisce. Per qualche motivo, leggere aumenta la motivazione e la concentrazione su quello che state leggendo. Quindi, se potete, leggete ogni giorno, soprattutto quando non siete motivati.
  • Chiedete aiuto quando vi manca la motivazione. Problemi? Chiedete aiuto. Mandatemi una mail. Partecipate a un gruppo online. Trovatevi un compagno. Chiamate a casa. Non importa a chi vi rivolgete, parlare del vostro problema vi aiuterà. Chiedete consigli e chiedete aiuto per superare i momenti peggiori. Funziona.
  • Pensate ai benefici, non alle difficoltà. Uno dei problemi più comuni è che pensiamo a quanto difficile sia fare qualcosa. Fare esercizio sembra una cosa talmente faticosa che solo pensarci vi stanca. Quindi, invece di pensare a quanto qualcosa sia difficile, pensate ai vantaggi che vi darà. Ad esempio, invece di pensare a quanto stancante è fare esercizio fisico, concentratevi su quanto bene vi sentirete una volta finito e quanto sarete più in forma e magri sul lungo periodo. Pensare ai benefici vi darà energia.
  • Allontanate i pensieri negativi, sostituendoli con quelli positivi. In tutto questo, è importante tenere controllati i propri pensieri. Sappiate riconoscere le vostre ossessioni, che poi sono quelle che vi creano dei periodi neri. Passate qualche giorno a riconoscere i cattivi pensieri e, dopo qualche giorno, provate ad allontanarli sostituendoli con i corrispettivi in positivo. Via “Si fa troppa fatica”, rimpiazzatelo con “Posso farcela. Se ce l’ha fatta quel mollaccione di Leo, posso farcela anch’io”. Sembra stupido ma funziona davvero.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: