Meno tempo davanti al monitor, meno tempo seduti

Uno dei rischi dello stile di vita moderno è la tendenza a diventare sempre più dipendenti dagli schermi e sempre più sedentari. Guardiamo computer portatili e desktop, iPhone e Android, iPad e iPod, TV e schermi, giochiamo ai videogiochi, guardiamo video, navighiamo in rete, socializziamo online, lavoriamo online. E siamo seduti tutto il tempo.

Anch’io ne sono vittima, come chiunque altro. Io e la mia famiglia stiamo scivolando verso questo stile di vita e, anche se non sono luddista, credo che dovremmo vivere meno come vittime e in modo più consapevole.

Troppo tempo davanti a uno schermo significa meno tempo per l’attività, meno socializzazione, meno attenzione al presente, meno tempo per cucinare cibi sani, meno tempo per leggere, dipingere, suonare e da passare con le persone che ami. E rimanere troppo seduti, secondo una ricerca, diminuisce anche la lunghezza della vita.

Come è possibile, quindi, migliorare una situazione del genere?

Con dei limiti.

Limiti sul tempo che passi ogni giorno davanti allo schermo. Limiti al tempo in cui stai seduto, tramite delle pause.

Mi rendo conto che molte persone hanno lavori che richiedono loro di rimanere per molto tempo sedute al computer, quindi non dirò esattamente quanto tempo passare seduti e non, ma voglio solo che queste persone trovino il loro limite e lavorino su quello.

Quello che ho fatto

Anche se in passato mi sono posto dei limiti, ammetto che negli ultimi mesi si sono fatti un po’ più labili, e di conseguenza ho passato più tempo davanti allo schermo. E non è successo solo con me, ma anche con mia moglie e i miei figli. Così, recentemente, io ed Eva ci siamo posti dei limiti.

Li troviamo molto utili: i limiti quotidiani sono un equilibrio migliore rispetto ai sabbatici digitali di una settimana o di un mese, che per molte persone non sono realistici.

Ecco un esempio:

  • Abbiamo fissato un limite di 4 o 5 ore di tempo totale davanti allo schermo ogni giorno. (Non abbiamo ancora capito quale possa essere il tempo giusto, stiamo ancora sperimentando.)
  • Il totale lì sopra è suddiviso in blocchi di 30 minuti. Quindi, se sono 5 ore in totale, sono 10 blocchi da 30 minuti.
  • All’inizio di un blocco da 30 minuti, imposto un timer per computer e tengo nota su un documento di testo, così so quanti blocchi ho già usato oggi. Quando il timer arriva alla fine, chiudo il portatile.
  • Dopo i 30 minuti, mi prendo una pausa di almeno 30 minuti. Cerco di alzarmi e muovermi, fare qualche allungamento, giocare con i bambini o uscire. Spesso mi capita anche di leggere. Il movimento fa bene al mio corpo e mi aiuta a pensare.
  • Se c’è qualcosa che voglio cercare online o scrivere al computer, prendo nota e lo faccio quando inizio il prossimo blocco da 30 minuti.

Questo non è l’unico modo per gestire i propri limiti: trova il tempo corretto per te e suddividilo come è consono a te e alla tua giornata. Ma l’idea è questa: fissa dei limiti e suddividi il tutto in blocchi in modo da poter fare delle pause durante le quali puoi fare altre cose.

I vantaggi dei limiti

Ci sta piacendo molto utilizzare i limiti: leggiamo di più, passiamo più tempo tra di noi e con i bambini, facciamo più esercizio fisico, giochiamo di più all’esterno.

Questo significa anche che, avendo un limite, dobbiamo trovare il modo migliore per sfruttare il tempo. Dobbiamo fare delle scelte: cosa vale al punto da dedicargli una parte del nostro tempo – limitato – e cosa no? Questo porta a un uso più consapevole del tempo.

Non abbiamo ancora stabilito i limiti con i bambini, anche se ne abbiamo parlato con loro e li abbiamo fatti riflettere su cosa potrebbe funzionare per loro. Inoltre, diciamo loro di fare delle pause e staccarsi da monitor e smartphone durante il giorno, così da poter fare altre cose.

Per i bambini, questo porta a inventarsi giochi non strutturati e più fantasiosi, più lettura, più arte e musica, più attività. I bambini diventano dipendenti dagli schermi tanto quanto gli adulti, e non è una cosa sana. Stiamo cercando di insegnare loro come vivere uno stile di vita sano, una lezione con benefici che durano tutta la vita.

Ci siamo resi conto che questo stile di vita è più sano, migliore per le relazioni, migliore per la nostra tranquillità. E, per me, questo significa che è qualcosa che vale la pena continuare a fare.

Commenta