Lasciare che le cose accadano

Durante l’ultimo paio di anni ho imparato una cosa molto importante: lasciare che le cose accadano.

Questa idea va contro il pensiero naturale della società occidentale: siamo i creatori e gli esecutori del nostro destino, e tutto succede perché siamo noi a volerlo, non aspetteremmo mai che le cose accadano da sole. Questo è quello che ci è stato insegnato fin da quando siamo piccoli, a scuola, a casa e anche nei film con un taglio motivazionale.

Lasciare che le cose accadano non è mai stato il modo in cui ho vissuto. Non sono mai stato una persona passiva, che lascia che le cose accadano invece di farle accadere, né che perde il controllo di quello che può succedere.


Ma ecco cosa ho imparato:

  • Tutto il controllo che pensiamo di avere sulle nostre vite e sui nostri destini è un’illusione. Pensate a un ragazzo la cui vita è completamente cambiata dopo un attacco di cuore, alla donna che ha perso il marito e ha dovuto prendersi tutte le responsabilità della famiglia, alla famiglia che ha perso la casa a causa di un uragano, all’imprenditore la cui attività stava andando bene fino a quando l’economia è crollata, all’impiegato laborioso che è stato licenziato durante una crisi economica, al ciclista investito da un’auto, all’auto che è sbandata perché qualcun altro correva, alla mamma il cui figlio nasce con un problema nonostante la gravidanza non abbia dato problemi… sono cose che succedono ogni giorno: pensiamo di avere il controllo ma, davvero, non è così. Siamo in grado di controllare tutte le persone intorno a noi, che influenzano così intimamente la nostra vita? Controlliamo il potere schiacciante della natura? Ci sono talmente tante cose che sfuggono al nostro controllo che solo pensare che non è così è un’illusione.
  • Per controllare la tua mucca, dalle un pascolo più grande. Questa è una grande citazione del Maestro Zen Suzuki Roshi relativa a controllare la tua mente. Vedo la mucca e il suo pascolo come una forma del lasciare che le cose accadano: invece di controllare qualcosa, apriti e dagli più spazio, come in un pascolo più grande. La mucca sarà più felice, andrà in giro e farà quello che vuole. Lo stesso vale per qualsiasi altra cosa: fare un passo indietro e lasciare che le cose accadano significa che le cose si prenderanno cura di se stesse. E tu non avrai fatto nessuna fatica.
  • Meno stress, meno preoccupazioni. Immagina di permettere che le cose accadano naturalmente, che si risolvano e tutto quello che hai fatto è stato sorridere e guardare. Non devi preoccuparti di plasmare gli eventi, di controllare qualcosa che non vuole essere controllato.
  • Le cose ti sorprenderanno. Diciamo che stai permettendo che qualcosa accada. Magari vorresti che andasse in un certo modo, verso un certo risultato. Questo è il tuo obiettivo. Ma cosa succede se abbandoni questa idea? E se dici: “Non so cosa succederà”? (Per la cronaca, davvero non lo sai.) E se dici: “Vediamo cosa succede”? Le cose accadranno, ma non come avevi pianificato. Il risultato potrebbe essere completamente diverso da quello che speravi. Può comunque essere fantastico, seppur diverso. Potrebbe anche essere sorprendente. Le sorprese sono bellissime, se accetti che le cose cambiano sempre e che nel cambiamento c’è sempre qualcosa di buono.
  • Impari come funzionano le cose. Invece di cercare di far funzionare le cose nel modo in cui vuoi che funzionino, limitati a guardarle funzionare. Imparerai molto di più sulla natura umana e sulla natura del mondo, visto che capirai come funzionano le cose quando non vengono controllate. E questo potrebbe cambiarti.

Magari adesso penserai che tutto questo è corretto, ma non ti permette di portare il cibo sulla sua tavola.

Forse hai ragione. E quindi, non lasciare che ti impedisca di fare quello che devi fare. Continua. Io mi siedo a guardare e lascio che le cose accadano.

Commenta