L’abitudine di iniziare a fare le cose

La ragione principale per cui le persone non riescono a creare e ad attenersi alle nuove abitudini è che non continuano a metterle in pratica. Se ci pensi, è ovvio: se non si continua con un’abitudine, non diventerà davvero un’abitudine! Qual è quindi la soluzione a questo ovvio problema? Trovare un modo per continuare a farlo.

Se la si guarda in questo modo, la chiave per formare un’abitudine non è quante volte la si fa ogni giorno (fare esercizio fisico per 30 minuti, scrivere 1.000 parole, ecc.), ma se la si fa o meno. Quindi la chiave è una sola: iniziare.

Lasciami sottolineare questo concetto: la chiave per formare un’abitudine è iniziare ogni giorno.

Cosa intendo per iniziare? Se vuoi formare l’abitudine alla meditazione, basta mettere il sedere sul cuscino ogni giorno. Vuoi abituarti a correre? Allaccia le scarpe ed esci dalla porta. Vuoi creare l’abitudine a scrivere? Siediti, chiudi tutti gli altri programmi del computer e inizia a scrivere.

Crea l’abitudine di iniziare e diventerai bravissimo a formare le abitudini.

Come iniziare quando ti accorgi di trovare resistenze

Prendere l’abitudine di iniziare è più facile a dirsi che a farsi, giusto? Cosa succede quando ti svegli e non hai voglia di fare yoga o esercizio fisico, per esempio?

Diamo prima un’occhiata al motivo per cui non hai voglia di iniziare. Di solito è per uno o entrambi i motivi qui sotto:

  1. Ti senti a tuo agio con quello che stai facendo e l’abitudine è meno comoda (è troppo difficile). È normale aggrapparsi a quello che è più comodo.
  2. Iniziare è troppo difficile: devi tirare fuori attrezzi o ingredienti da qualche parte in casa, guidare per 20 minuti fino alla palestra o chissà cos’altro.

Queste sono le due ragioni principali, ma in realtà sono la stessa cosa.

Quindi la soluzione è quella di rendere più facile e comodo mettere in pratica l’abitudine così che iniziare sia più facile. Ecco alcune idee per farlo:

  • Concentrati sulla cosa più piccola che ti serve per iniziare. Se è un’attività fisica, non sere nemmeno farla per 5 minuti. Inizia. È così facile che è difficile dire di no.
  • Prepara prima tutto ciò che ti serve per iniziare. Se ti serve un po’ di attrezzatura, preparala per bene prima di iniziare, magari la sera prima o la mattina se è qualcosa che devi fare nel pomeriggio. Così, quando sarà il momento di iniziare, non ci saranno barriere.
  • Fai in modo che l’abitudine sia qualcosa che puoi fare dove sei, invece di dover guidare.
  • Se devi guidare o andare a piedi da qualche parte, fai in modo di doverti incontrare con qualcuno: sarà meno probabile che rimarrai a casa e sarai più motivato ad andare. E andare, in questo caso, è sinonimo di iniziare. Questo funziona perché rende meno comodo il non iniziare: l’idea di lasciare un amico ad aspettarti in palestra o al parco è un ottimo incentivo.
  • Prova a dire a tutti che, per i prossimi 30 giorni, metterai in pratica l’abitudine di iniziare. Avere questo tipo di responsabilità ti motiva a iniziare.
  • Inizia con la versione più semplice dell’abitudine, in modo che sia facile iniziare. Per esempio, se vuoi creare l’abitudine di leggere, non iniziare con Joyce, ma con Grisham, Stephen King o con chiunque trovi divertente e facile da leggere. Se vuoi iniziare a fare yoga, non iniziare con una routine impegnativa, ma con un semplice saluto al sole.

Rendi l’inizio il più facile possibile, e rendi difficile non iniziare. Dì a te stesso che tutto quello che devi fare è allacciare le scarpe e uscire dalla porta, e sarà difficile dire di no. Una volta iniziato ti sentirai bene e probabilmente vorrai continuare (anche se non è una necessità).

L’inizio è un’alba: un momento di splendore che segnala l’arrivo di qualcosa di felice. Impara ad amare quel momento di splendore e i tuoi problemi con l’abitudine di iniziare svaniranno come la notte.

Commenta