Trovare l’ispirazione

Siete dominati da pigrizia e procrastinazione, vi sentite demotivati, bloccati e non riuscite a partire.

Non siete soli. È uno stato comune per l’essere umano e la soluzione è elusiva, sempre diversa e difficile da cogliere.

Non siete soli, ma in questa unione con i vostri fratelli e sorelle c’è speranza. Io sono fra di voi e ho trovato qualche misera soluzione. E se io posso risolvere questo problema, potete farlo anche voi. Se altri ci sono riusciti, riuscirete anche voi.

Quelli che seguono sono il mio metodo per trovare l’ispirazione.

uno: questa mattina, quando mi sono seduto per scrivere, avevo qualche idea per i post ma nessuna mi entusiasmava. Quindi ho chiesto su Twitter: “Avete problemi con qualcosa e pensate che io possa aiutarvi?”. In molti hanno risposto con questioni come pigrizia, motivazione, procrastinazione e iniziare a fare le cose. Poter aiutar qualcuno mi è stato di ispirazione per scrivere.

lezione: l’ispirazione può arrivare cercando qualche modo per aiutare gli altri.

due: mio figlio di otto anni era annoiato e gli ho chiesto informazioni su un racconto che stava leggendo. Mi ha mostrato il libro e l’ho sfidato a leggere quattro capitoli prima di sera. Il suo viso si è illuminato ed è corso a leggere.

lezione: creare una sfida può essere di ispirazione.

tre: ho problemi con la procrastinazione, come chiunque altro. Solitamente risolvo la situazione quando 1) cristallizzo nella mia mente cosa vorrei fare e cosa per me è importante; 2) metto da parte tutte le altre distrazioni; e 3) inizio. Quando ho iniziato a scrivere questo post ho chiuso tutte le altre finestre del browser (mettendo nei preferiti quello che volevo leggere in seguito) e ho aperto solo la pagina “nuovo articolo” su WordPress. Poi ho cliccato su “schermo intero” così da far sparire tutto tranne la finestra dove scrivere. Poi ho messo Chrome in “modalità presentazione”, così da far sparire tutto il resto. Adesso siamo solo io e le parole.

lezione: eliminate il superfluo e create.

quattro: a volte di mattina mi sento pigro quando doveri fare esercizi, stretching o meditazione. Non mi sento motivato. Quindi, invece di motivarmi a fare qualcosa che potrebbe richiedere 10, 20 o 30 minuti, mi concentro su una piccola azione: iniziare. Per fare meditazione o stretching devo solo mettere il fondoschiena sul cuscino (o per terra). Per fare esercizio, mi serve solo allacciarmi le scarpe e uscire dalla porta. Una volta che inizio, il resto è semplice.

lezione: alzate il fondoschiena. Non aspettate la motivazione, iniziate. La motivazione arriverà.

cinque: stamattina, quando ho iniziato a scrivere, ho sentito che dalla casa del vicino si sentiva musica che sembrava opera. Che meraviglia scrivere con un sottofondo del genere! Ho iniziato subito a far partire qualche pezzo simile, e la bellezza della musica mi ha aiutato a creare.

lezione: circondatevi di ispirazione. Musica, arte, libri e persone affascinanti.

sei: quando mi sento pigro e non ho voglia di fare niente, ricordo il dono che mi è stato fatto. Vivo una vita fantastica e il mondo e le persone che mi circondano sono un enorme e fantastico miracolo. Poi mi chiedo: “È così che voglio utilizzare questo miracolo?” Perdere il poco tempo di una vita con le sciocchezze e la pigrizia è uno spreco di una cosa così perfetta. Non mi dà fastidio non fare nulla, se è un nulla che mi rende felice. Ma voglio anche creare, aiutare la gente, essere compassionevole con gli altri, fare qualcosa di appagante e che mi dia gioia. E lo faccio.

lezione: siate grati del miracolo della vita e chiedetevi come volete utilizzarlo. Poi andate e create, per rendere la vita migliore.

sette: leggo blog di persone affascinanti che fa cose per le quali sono ispirate. Spesso scrivono di qualcosa su cui stanno lavorando e ciò accende in me la scintilla di voler fare anch’io qualcosa di fantastico. È successo ieri e ho passato ore a sognare di fare qualcosa di grande. Magari non succederà mai, ma non importa. Perché, se mi circondo – virtualmente – di gente ispirata, è probabile che anche in me nasca l’ispirazione.

lezione: non aspettate che l’ispirazione arrivi, trovatevi a metà strada! Se volete essere colpiti da un fulmine, uscite durante un temporale con un’asta di ferro in mano. Urlate agli dei dei fulmini, sfidandoli a colpirvi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: