L’intento della vita

Molti di noi vivono i propri giorni seguendo schemi sviluppati duranti gli anni. Movimenti, a casa, online, al lavoro, fatti senza pensare.

Ora, mettete tutto questo in relazione a una vita intenzionale: tutto quello che fate lo fate con coscienza, realizzando uno dei vostri valori principali (la compassione, ad esempio). Tutto ciò che fate è dettato da un intento a livello conscio.

È vero che molte delle cose che facciamo hanno un qualche tipo di intento: lavo i piatti perché non voglio una casa sporca; guido per andare al lavoro perché ho bisogno di uno stipendio; porto i miei figli a scuola perché devono imparare. Ma dopo aver ripetuto queste azioni giorno dopo giorno, l’intento passa in secondo piano e ci rende a malapena consapevoli di quello che stiamo facendo. Abbiamo compreso l’intento di questi gesti molto tempo fa, e adesso non serve più pensarci.

E se le cose cambiassero?

Se foste sempre consapevoli dell’intento delle vostre azioni? Come le trasformereste, e come trasformereste le vostre vite?

Cosa succederebbe se lavaste i piatti, ma facendolo come un servizio per la vostra famiglia, per renderla felice, e come forma di meditazione per voi stessi, per la vostra consapevolezza? Lavare i piatti diventerebbe subito qualcosa di importante e non sarebbe più noioso.

L’unica differenza è l’intento.

Cosa succederebbe se guidare verso il posto di lavoro fosse fatto con l’intenzione di aiutare gli altri al lavoro, di rendere felici le persone, di trovare soddisfazione attraverso il lavoro? Guidare diventerebbe più leggero e di sicuro vi arrabbiereste meno quando qualcuno vi taglia la strada nel traffico.

Questa è la vita intenzionale.

Io la pratico ogni volta che posso: non sempre, ma sempre di più. Quando lo faccio, la mia vita è diversa. Più significativa, vissuta più consapevolmente, e sono più contento di ogni azione.

Un semplice esercizio legato all’intento: prima di fare la prossima azione a casa o al lavoro, fate un momento di pausa, chiudete gli occhi e pensate al vostro intento. Perché lo state facendo? Per compassione verso gli altri o per voi? È per rendere qualcuno più felice? Per migliorare il mondo? Per gratitudine verso il lavoro e la gentilezza degli altri?

E poi, quando effettivamente fate l’azione, siate consapevoli della vostra intenzione.

È un piccolo passo ma, in quel momento, starete vivendo il vero intento della vita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: