La sfida: feste senza regali!

Sei pronto a partecipare alla folle frenesia dello shopping a cui partecipiamo ogni anno per le festività natalizie?

Sei pronto per un aumento delle spese, per gli addebiti sulla carta di credito e sul bancomat, per lo stress di acquistare qualcosa per ogni parente e amico?

Sei pronto a consumare una quantità folle di risorse, ad avere un enorme impatto sull’ambiente e a lavorare di più per pagare tutto questo?

Già, è di nuovo il periodo natalizio, e con esso arriva il momento dove il consumismo sale alle stelle.

La mia scelta è quella di non fare parte di tutto questo, ed ecco la sfida: le feste senza regali!

Cos’è questa folle sfida? È semplice, basta seguire tutte queste regole:

  1. Non comprare regali durante le vacanze

Tutto qui!

Un attimo, cosa? E come si fa?

Non preoccuparti, le alternative ci sono:

  • Crea o costruisci tu i regali.
  • Cucina qualcosa da regalare, come ad esempio dei biscotti.
  • Regala il tuo tempo a qualcuno: lava l’auto, fagli un massaggio, dai una mano con i bambini o la casa e via dicendo.
  • Acquista regali nei negozi di articoli usati.
  • Dona in beneficenza, magari anche in gruppo.
  • Fai volontariato presso un ente o un’associazione.
  • Crea qualcosa invece di consumare.
  • Dai agli altri le cose di cui non hai bisogno.
  • Trova la gratitudine per ciò che hai già.

Accetti la sfida? Sarà divertente, risparmierai un sacco di soldi e la tua famiglia sarà creativa. Continua a leggere.

La tradizione delle tradizioni

In molti vi prenderanno in giro dicendo che amano fare regali, che è una tradizione. È vero. Ma le nuove tradizioni possono prendere il posto delle vecchie quando queste non sono più appropriate o sono ormai fuori dal tempo. E la tradizione di comprare regali è una di queste.

Vogliamo davvero insegnare ai nostri figli che donare è legato solo ad acquistare qualcosa? Vogliamo insegnare loro che per mostrare amore bisogna comprare qualcosa? Vogliamo insegnare loro il consumismo invece della creatività? Stiamo davvero pensando che l’unico modo per riunire una famiglia o gli amici è spendere una montagna di soldi inutilmente?

No. Cerchiamo di essere più creativi. Creiamo nuove tradizioni.

Che tipo di tradizioni? E se le famiglie si riunissero e giocassero insieme? Se creassero qualcosa? Perché non uscire per fare escursioni, giocare sulla neve, andare in campeggio? E se le famiglie si insegnassero qualcosa a vicenda?

Un’altra idea sarebbe vedere le famiglie unite per aiutare gli altri, facendo volontariato in una mensa dei poveri, aiutando gli altri a fare qualsiasi tipo di lavoro, ripulendo un quartiere, un’area o una spiaggia.

Dimostriamo che donare è fantastico, anche senza coinvolgere il consumismo.

Sii creativo. Sii sano. Sii costruttivo. Sii compassionevole.

Ma le offerte natalizie fanno risparmiare!

Penso che tu lo sappia già, ma vale sempre la pena ricordare che quando fai acquisti in un periodo di offerte o di saldi non stai risparmiando denaro. Lo stai spendendo.

Il modo migliore per risparmiare denaro è non spenderlo.

Certo, ci sono molte cose necessarie di cui abbiamo bisogno, ma le offerte natalizie non ne fanno parte. Queste offerte ti vogliono solo convincere che tutti questi televisori, iPad, iPod, Kindle, sistemi di videogiochi, vestiti, dispositivi elettrici e altro ancora sono necessità. Non puoi sfuggire all’acquisto di tutta questa bella roba perché è Natale, suvvia! Quindi vieni a risparmiare qualche soldo, e apri un finanziamento per pagarti tutto.

Quando i rivenditori ti fanno un’offerta importante, è un buon momento per correre nella direzione opposta. Stanno cercando di indurti a comprare qualcosa di cui non hai bisogno. Quando vedi una pubblicità per qualcosa, qualsiasi cosa, è un buon momento per spegnere quello che stai guardando o girare pagina.

E… la mia famiglia?

Primo: non serve che lo faccia tutta la famiglia. Inizia tu, da solo. Ti vedranno come una persona stramba e alcuni non capiranno, ma darai il buon esempio. Invia loro un link a questo post così magari capiranno le tue motivazioni: solo perché tutti gli altri sono vittime del consumismo di massa non significa che devi esserlo anche tu.

Secondo: non essere fatalista. I membri della tua famiglia potrebbero essere disposti a fare questo cambiamento, se inizi a parlarne. Di nuovo, condividi con loro questo post. Chiedi loro cosa ne pensano. Sfidali a diventare creativi.

Questo potrebbe far risparmiare alla tua famiglia centinaia di euro e ottenere invece una grande gratificazione. Invece di fare ognuno ore di shopping, potreste passare questo tempo insieme, facendo varie cose. Aiutando. Festeggiando le vacanze.

Parla con loro dei benefici di questo cambiamento.

Le vacanze non sono sempre state dedicate allo shopping di massa. Cosa facevano le persone prima dei centri commerciali e dei rivenditori online? Come hanno fatto a sopravvivere?

Gestire le persone difficili

Alcuni amici o familiari non accetteranno l’idea. Va bene. Non c’è bisogno di forzare nessuno. Ricorda che ognuno cambia al proprio ritmo, e non tutti sono disposti a fare un cambiamento come questo. Si sentiranno minacciati o criticati. Non devi risultare critico verso gli altri, solo positivo.

Di’ loro che non sono tenuti a fare come te, che stai cercando di risparmiare e che soprattutto vuoi allontanarti dal consumismo. Chiedi solo che rispettino la tua scelta.

Altri potrebbero insistere per farti dei regali. Chiedi gentilmente di non farlo ma, se te li fanno comunque, non essere ingrato. Può essere imbarazzante: per anni ho chiesto alla famiglia di non comprarmi regali, ma loro me ne hanno fatti comunque; io non avevo preso niente, e l’effetto è stato strano. Ma adesso mi limito a sorridere, a ringraziare e ad apprezzare lo sforzo. È qualcosa che si impara, credimi.

Sii paziente. Agli altri non piace essere costretti a cambiare, quindi sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.

Commenta