Da dove diavolo inizio?

Una delle domande più frequenti che ricevo dai lettori di Zen Habits che vogliono cambiare la propria vita è: “Da dove inizio?”

Rimettersi in forma, essere produttivi, alzarsi presto di mattina, imparare una lingua e molto altro… ci sono talmente tante abitudini da cambiare che spesso la gente è confusa, al punto di non riuscire a partire.

Lo so perché ci sono passato. A me, prima di imparare a cambiare abitudini, la confusione del dove partire dava due problemi: uno, provavo a fare troppe cose tutte assieme, perché volevo cambiare un sacco di cose, oppure – due – non ci provavo nemmeno, perché era troppo difficile venirci fuori.

Come l’ho risolta? Ne ho scelta una e sono partito.

Quello che vi raccomando è scegliere qualcosa che sia divertente e facile da fare. Una cosa qualsiasi. Non ha grande importanza quello che scegliete, perché alla fine lavorerete su tutto. Quello che importa è quanto difficile è il cambiamento: se è troppo difficile potreste fallire, scoraggiarvi e perdere fiducia. Se è semplice e divertente, probabilmente avrete successo e passerete alla prossima sfida.

Detto questo, guardandomi indietro, ho qualche suggerimento per iniziare. Vi consiglio di scegliere una delle cose dell’elenco che segue, a seconda di quanto vi piace e di quanto vi diverte farla.

  • Pratica di consapevolezza. Qui ci sono alcune buone opzioni: 5 minuti di meditazione, un rituale del tè o 5 minuti di “mangiare consapevole” una volta al giorno (che significa non fare nient’altro, come guardare la tv o avere altre distrazioni) mentre mangiate. Non solo sono cose meravigliose e calmanti, ma sono anche un solido pilastro su cui basare tutto il resto. A un livello più fondamentale, aiutano a essere consapevoli mentre fate qualsiasi cosa, incluso il cambiamento di altre abitudini.
  • Semplificare. Ordinare o semplificare la propria lista delle cose da fare sono ottimi modi per creare spazio per ciò che conta davvero nelle vostre vite. Mi sono reso conto che uno spazio senza disordine è perfetto per altre cose come l’esercizio fisico, la lettura, la meditazione, la scrittura e simili. Semplificare i propri impegni (trovare una cosa da eliminare o semplificare ogni giorno) è un ottimo modo per creare spazio di cambiamento per altre abitudini.
  • Esercizio divertente. Che cosa? Fare esercizio può essere divertente? Beh, certo: per me è così. Io non vedo l’ora di fare esercizio, sia perché correre mi permette di svuotare la testa e camminare di rimuginare su diverse idee, sia perché farlo con un’altra persona mi permette di socializzare. Se l’esercizio fisico non vi sembra una cosa divertente, magari è solo perché vi serve il giusto partner, coach, squadra o esercizio da fare. L’esercizio è un’ottima abitudine con cui partire perché rende migliori le vostre giornate e vi permette di essere più concentrati.
  • Mangiare un po’ più sano. Amo questa abitudine perché mi fa sentire leggero, in salute e più felice. Questo cambiamento incide su qualsiasi cosa facciate. Un’idea semplice potrebbe essere quella di mangiare frutta fresca e secca invece di snack grassi e dolci, oppure bere acqua o te al posto di bibite gasate, o ancora mangiare verdura invece di roba fritta a cena. Godetevi il gusto pulito e leggero, e la mancanza di pesantezza e gonfiore che questo vi procurerà. Non dovete rinnovare completamente la vostra dieta, per iniziare basta solo qualche piccolo cambiamento.

E se tutti e quattro questi punti vi piacciono? Prendete quello con cui non vedete l’ora di iniziare. Se sono più di uno, sceglietene uno a caso. Non importa con quale partite. Quello che importa è partire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: