Cambiare le abitudini: da dove iniziare?

Una delle domande più frequenti dei lettori di Zen Habits che cercano di cambiare la loro vita è: “Da dove posso iniziare?”

Rimettersi in forma, essere produttivi, svegliarsi prima, imparare lingue e molto altro ancora: le abitudini che le persone vogliono cambiare sono così tante che si rischia di essere confusi, fino al punto di non riuscire a iniziare.

E io lo so perché ci sono passato. Per quanto riguarda me, prima che imparassi a cambiare le mie abitudini, la confusione del non sapere da dove iniziare ha portato a due problemi: 1) spesso provavo troppe cose contemporaneamente, perché volevo cambiare molte cose insieme e 2) non ci provavo nemmeno, perché era troppo difficile capire come farlo.

Come ho risolto il problema? Ho scelto una fra le cose che intendevo cambiare e ho iniziato.

Questo è il mio consiglio: scegli qualcosa di facile e divertente. Una sola cosa. Qualsiasi cosa, davvero. Quello che scegli per iniziare ha poca importanza, perché alla fine arriverai a tutto ciò su cui vuoi lavorare. Quello che conta è quanto è difficile il cambiamento: se è troppo difficile potresti fallire, scoraggiarti e perdere fiducia. Se è facile e divertente, è più probabile che tu riesca ad avere successo e passare alla prossima sfida.


Detto questo, guardando indietro, ecco qualche suggerimento da cui partire. Ti consiglio di scegliere una delle opzioni che seguono, a seconda di quanto ti piace e di quanto la trovi interessante.

  1. Una pratica di consapevolezza. Ci sono alcune buone opzioni qui: 5 minuti di meditazione, un rituale del tè o 5 minuti di pasto consapevole al giorno (ossia: essere consapevoli di quello che si sta mangiando, senza distrazioni come la lettura o la TV). Queste pratiche non sono solo belle e rilassanti, ma sono anche un’incredibile base per i cambiamenti futuri. Al livello più fondamentale, rappresentano la pratica che serve per essere consapevoli quando si fa qualsiasi cosa, compresi altri cambiamenti di abitudini. Una delle cose migliori che abbia mai fatto è imparare ad essere più consapevole.
  2. Semplificare. Semplificare le pratiche come il sistemare il disordine o alleggerire il tuo programma quotidiano sono ottimi modi per creare spazio per le cose importanti della tua vita. Ho scoperto che uno spazio ordinato è perfetto per altre cose come l’esercizio fisico, la lettura, la meditazione, la scrittura e così via. Semplificare il tuo programma (trovando ogni giorno qualcosa da eliminare o semplificare) è un ottimo modo per creare lo spazio per altri cambiamenti.
  3. Esercizio divertente. Cosa? Fare esercizio può essere divertente? Beh, certo, per me lo è! Non vedo l’ora di allenarmi, sia perché correre mi permette di schiarirmi le idee, sia perché farlo con un amico è un modo meraviglioso di socializzare. Se l’esercizio fisico non ti sembra divertente, potresti aver bisogno di trovare il partner, l’allenatore o la squadra giusti. L’esercizio fisico è una grande abitudine da cui cominciare, perché rende migliore l’intera giornata, ti permette di concentrarti di più e ti dà la fiducia necessaria per lavorare su altre abitudini.
  4. Una piccola abitudine alimentare. Amo questa abitudine perché ti fa sentire più leggero, più sano e più felice. Questo cambiamento può influire su tutto il resto. Una semplice abitudine alimentare potrebbe essere quella di mangiare frutta fresca e secca per uno spuntino invece di snack grassi o dolci, oppure bere acqua o tè invece di bibite gassate, o mangiare verdure invece di qualcosa di fritto. Goditi il gusto e la leggerezza e la mancanza di unto e del senso di pesantezza. Non c’è bisogno di cambiare l’intera dieta: un piccolo cambiamento alimentare è un ottimo modo per iniziare.

E se volessi fare due, tre o quattro di queste cose insieme? Inizia con una sola, scegliendo quella che non vedi l’ora di iniziare. Se ce n’è più di una, scegli a caso. Non importa da dove inizi. Ciò che conta è iniziare.

Commenta