Come rendere divertenti le attività noiose


Quando scrivo post come iniziare a fare quello che ami, la gente spesso mi chiede: “E quando devi fare qualcosa che non ti piace?” Non è possibile fare solo le cose che amiamo, giusto?

In realtà si può: devi solo ricordare com’è essere un bambino.

Certo, ci sono cose che dobbiamo fare ogni giorno che potremmo definire attività noiose: faccende domestiche, commissioni, attività di routine al lavoro, partecipare a riunioni che ti fanno venire voglia di sbattere la testa sul tavolo e molte altre. Ma sono attività noiose solo perché abbiamo scelto di renderle noiose.

Prendiamo come esempio mia figlia di 6 anni, Noelle. Doveva andare dal dentista, una cosa normale per la maggior parte delle persone. Abbiamo preso il treno e poi abbiamo camminato per qualche isolato. In treno cantava, trovava cose divertenti da vedere dal finestrino, giocava con me. Camminando parlava di come l’edificio in cui si trova il dentista potrebbe forse raggiungere il blu del cielo, e ha voluto scommettere che in realtà lo raggiunge (10 abbracci se vinco io, 1 dollaro se vince lei). Prendere l’ascensore fino al 18° piano è stato come un giro sulle montagne russe.

Tutto ciò che fa diventa un gioco, un’opportunità di scoprire cose meravigliose e di esplorare o, almeno, di cantare una canzone. Non si annoia mai. Perché ci riesce?

Ci riesce perché non vede nulla come noioso. Tutto è nuovo, e c’è sempre un gioco a cui può giocare. E possiamo farlo anche noi. Ogni lavoro può essere trasformato in gioco. Ogni passeggiata fino al negozio può essere infusa con la “mentalità del principiante”, che ci fa vedere i soliti dintorni di casa come qualcosa di nuovo, pronto da esplorare. Tutte le attività noiose al lavoro possono essere trasformate in una sfida, in un gioco.


Mio figlio di 8 anni, Seth, corre e salta ovunque. Mentre camminiamo per strada è un lupo mannaro, un mago, un supereroe. Il soggiorno diventa un luogo dove costruire una fortezza, il polistirolo diventa un giocattolo e, se non c’è niente con cui giocare, gira per casa inventandosi storie. Come puoi annoiarti quando guardi la vita in questo modo?

Non posso dirti come rendere divertenti le attività noiose, funziona per ognuno in modo diverso, ma ecco comunque alcuni rapidi esempi:

  • Canta mentre fai le faccende domestiche
  • Sfrutta i momenti in cui lavi i piatti per la pratica consapevole
  • Rendi un gioco le cose che devi fare al computer: ad esempio, guarda quanto velocemente riesci a rispondere a tutti i messaggi di posta in attesa
  • Assegna dei punti a ogni attività che completi, e guarda quanti punti fai ogni giorno
  • Immagina di essere in un film quando entri in una riunione
  • Assegnati delle sfide
  • Fai in modo che non manchi mai la musica e non aver paura di ballare
  • Fai la danza della vittoria dopo aver fatto qualcosa per bene!
  • Infastidisci i tuoi colleghi con dei nomignoli simpatici
  • Manda messaggi ai tuoi amici in altre lingue
  • Sfrutta il gioco per imparare cose nuove
  • Quando invii un’e-mail, fai il rumore di un fax
  • Quando devi pulire qualcosa, commenta quello che fai mimando la voce di qualche commentatore sportivo o presentatore TV
  • Immagina che i tuoi colleghi siano robot o vampiri
  • Parla con il computer e dagli un nome
  • Fingi di non essere mai stato da nessuna parte prima d’ora, e che ogni luogo è un posto nuovo da esplorare
  • Ogni volta che fai qualcosa, chiediti: “Cosa farebbe Dwight Schrute?”
  • Prova a scrivere email, tweet o messaggi in rima

Ok, probabilmente non tutti sono degli esempi magnifici ma, una volta che avrai la giusta mentalità, sarai di sicuro in grado di trovare i tuoi.

L’idea del gioco ci è stata tolta da anni di scuola e di lavoro. Non perderti questa possibilità, osserva come lo fanno i bambini e renditi conto di quanto sia fantastica la vita per loro.

Commenta