L’abitudine di iniziare

Il motivo per cui le persone fanno fatica a creare e mantenere nuove abitudini è che non continuano a farle.

È ovvio: se non continuate a fare qualcosa, non diventerà mai un’abitudine. Qual è quindi la soluzione a questo ovvio problema? Trovare un modo per continuare.

Guardandola in questo modo, il punto chiave per formare un’abitudine non è quanto si fa ogni giorno (esercitarsi per 30 minuti, scrivere 1000 parole ecc.), ma se la si fa o meno. Quindi il punto chiave è iniziare.

Lasciatemi sottolineare questo concetto: il punto chiave per creare un’abitudine è iniziare ogni giorno.

Cosa intendo con “iniziare”? Se volete creare l’abitudine a meditare, appoggiate il sedere sul cuscino ogni giorno. Se volete creare l’abitudine di correre, mettetevi le scarpe e uscite dalla porta. Se volete creare l’abitudine di scrivere, sedetevi, chiudete tutti i programmi del computer e iniziate a scrivere.

Create l’abitudine di iniziare e diventerete bravi a creare abitudini.

Come iniziare quando trovate resistenza

Formare l’abitudine di iniziare: più facile a dirsi che a farsi, giusto? Cosa succede quando vi alzate e non avete voglia di fare yoga o esercizio fisico?

Vediamo prima perché non avete mai voglia di iniziare. Di solito è per uno o entrambi questi motivi:

  1. Siete a vostro agio con quello che state facendo (leggere online, probabilmente), e l’abitudine è più scomoda. Ci aggrappiamo sempre alla comodità.
  2. È troppo difficile iniziare: per creare l’abitudine dovete tirare fuori l’attrezzatura dal garage oppure guidare per 20 minuti fino alla palestra, o ancora trovare gli ingredienti e via dicendo.

Queste sono le due ragioni principali, ma in fondo sono la stessa cosa.

Quindi la soluzione è rendere più facile e comodo creare l’abitudine, così che iniziare sia più semplice. Ecco qualche idea su come farlo:

  • Concentratevi sulle piccole cose: iniziate. Potete farlo anche per meno di 5 minuti: basta iniziare. È talmente facile che si fa fatica a dire di no.
  • Preparate prima tutto quello che serve per iniziare. Se quindi avete bisogno di qualche attrezzo, preparatelo prima di iniziare – ad esempio la sera prima – o di mattina – se è qualcosa che farete nel pomeriggio – o almeno un’ora prima. Così non avrete barriere quando sarà il momento di iniziare.
  • Fate in modo che l’abitudine diventi qualcosa che potete fare dove siete, invece di doverci arrivare in macchina.
  • Se dovete guidare o camminare, fate in modo di avere qualcuno da incontrare. In questo modo farete più fatica a rimanere a casa (o al lavoro), e sarete più disposti ad andare; e andare è equivalente a iniziare. Questo funziona perché state facendo sì che non iniziare sia l’opzione peggiore: l’idea di lasciare un amico ad aspettarvi al parco o in palestra non è di sicuro qualcosa che vi piace.
  • Dite alla gente che avete intenzione di creare l’abitudine di iniziare ogni giorno per 30 giorni. Una responsabilità del genere vi dà la motivazione per iniziare, e il non iniziare vi metterà a disagio.
  • Iniziate con la versione più semplice dell’abitudine, così che iniziare sia semplice. Ad esempio, se volete creare l’abitudine alla lettura, non iniziate con Joyce ma con Grisham o Stephen King, o qualsiasi autore troviate interessante e semplice da leggere. Se volete iniziare con lo yoga, non iniziate con una routine impegnativa, ma con una semplice serie di saluti al sole.

Fate in modo che iniziare sia più semplice possibile, rendendo difficile il non iniziare. Ditevi che tutto quello che avete da fare è allacciarvi le scarpe e uscire di casa, così che dirvi di no sia difficile. Una vola iniziato vi sentirete bene e probabilmente vorrete continuare (anche se non è una necessità).

L’inizio è come un’alba: un momento di luce che avverte dell’arrivo di qualcosa di bello. Imparate ad amare un tale momento di luce e i vostri problemi con l’abitudine scompariranno come la notte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: